Riparte il noleggio scooter

MOBILITY CENTER, LA CRUNA – LIGURIAFORALL E PORTO ANTICO: insieme per riattivare il servizio all’avanguardia del noleggio di scooter elettrici

Riparte il servizio di noleggio scooter per visitare il Porto Antico e il Centro Storico di Genova in tutta comodità: grazie alla collaborazione di Mobility Center, Cooperativa Sociale La Cruna e Porto Antico spa, sono a disposizione alla palazzina Santa Maria nel Porto Antico nuovi scooter elettrici di piccole dimensioni  e grande versatilità, utili a persone con difficoltà motorie o semplicemente per chi non desideri camminare, magari stanco dopo la visita all’Acquario, ma ancora desideroso di visitare la città.

L’attività imprenditoriale di Mobility Center, azienda specializzata in soluzioni di mobilità e l’esperienza della Cooperativa Sociale La Cruna si alleano per riportare in vita un servizio che si era dovuto sospendere per mancanza di fondi pubblici, ma che aveva reso Genova all’avanguardia  nel campo del turismo accessibile.

Le tariffe di noleggio sono molto differenziate e in linea con proposte simili sul mercato: si può approfittare del servizio anche solo per un’ora con €5, oppure noleggiare il mezzo per mezza giornata a €18 o per una giornata intera a €29.

Gli scooter si possono prenotare online sul sito www.mobilitycenter.it o tramite l’help desk 389 9903545.

Una novità sostanziale è che sarà anche possibile acquistare gli scooter provati o altri ausili per la vita in casa e all’aria aperta: Mobility Center ha infatti un catalogo di prodotti in partnership con marchi quali Vermeiren, Jacuzzi, Missaglia, Handytech e Fiat Autonomy.

Porto Antico spa mette a disposizione gli spazi della palazzina Santa Maria dimostrando sensibilità e interesse a voler migliorare le possibilità di fruizione delle proprie aree da parte di tutte le tipologie di turisti, con un occhio particolare alle persone disabili e anziane.

Con questa nuova collaborazione si sperimentano formule nuove di interazione tra impresa di mercato e impresa sociale per poter garantire servizi altrimenti non più possibili in tempi di crisi. Ci auguriamo che anche per i servizi informativi e di monitoraggio dell’accessibilità del territorio si possano trovare collaborazioni che permettano la ripresa delle attività.

Post author